Biblioteca digitale

libro cartaceo e libro in formato digitale
percorrono binari paralleli  verso la stessa meta:
la libera circolazione dei saperi

 

La Biblioteca offre un servizio di consultazione online – attivo dall'anno 2000 – delle proprie risorse digitalizzate relativamente a diversi materiali manoscritti e a stampa, la cui conservazione e tutela costituisce un compito istituzionale primario. L'accesso alle opere e ai testi in formato digitale ha la finalità di rendere tale patrimonio più facilmente fruibile da parte di un pubblico più vasto.

 

Risorse prodotte dalla Biblioteca e consultabili online dal proprio sito web:

Archivio dei possessori: progetto di censimento dei contrassegni di provenienza di libri stampati e manoscritti della Biblioteca.

Aldo Manuzio: dieci intermezzi tipografici: si tratta della mostra virtuale realizzata a conclusione del lungo omaggio che la Marciana ha voluto rendere ad Aldo Manuzio e che offre un piccolo ma significativo campione della propria collezione.

Collezioni consultabili online dal portale Internet Culturale:

  • Cataloghi storici dei manoscritti marciani: vi si possono reperire i cataloghi manoscritti marciani del Fondo Antico Zanetti – manoscritti greci, latini, italiani e francesi - e gli inventari manoscritti dell'Appendice - manoscritti greci, latini, italiani.
  • GeoWeb: base dati di circa 29000 documenti cartografici e grafici; le immagini possono essere visualizzate in Internet culturale.
  • Manoscritti dei fondi musicali della Biblioteca Marciana: duecento manoscritti musicali di Galuppi, Perez, Hasse, Albero, Marcello e Scarlatti provenienti dalle collezioni delle famiglie Contarini e Canal.
  • Incunaboli del volgare italiano:prime edizioni o edizioni significative di ottantun testi in volgare - dai romanzi cavallereschi alle opere religiose, ai calendari - particolarmente significative perché conservate in esemplari rari o unici.
  • RAME RAriora Marciana Elettronica: una selezione di opere di particolare interesse e di contenuto coerente con la secolare storia della Biblioteca e della Repubblica di Venezia: incunaboli appartenuti al cardinale Bessarione, incunaboli e cinquecentine stampati da Aldo Manuzio e postillati, raccolte di componimenti per grandi feste e celebrazioni pubbliche.
  • Viaggiatori stranieri in Italia, fondo Tursi: una scelta di opere sul viaggio in Italia, attraverso quattro secoli, selezionate dal Fondo Tursi.
  • Periodici e riviste preunitarie: la collezione presenta oltre sessanta testate, edite dal 1668 al 1916, presenti prevalentamente presso la Biblioteca nazionale di Roma, la Biblioteca di storia moderna e contemporanea di Roma, la Biblioteca universitaria di Pisa e la Biblioteca nazionale Marciana di Venezia.
  • Sacre rappresentazioni della Raccolta Giuntina: più di un centinaio di edizioni che costituiscono i tre volumi della Raccolta Giuntina (1555, 1560, 1578). In  tale rarissima raccolta furono pubblicate le sacre rappresentazioni fiorentine, un genere drammatico di carattere religioso, fiorito nel capoluogo toscano a partire dal XV secolo.

Altre risorse digitali sono inoltre consultabili in sede presso alcune postazioni ad esse dedicate:

  • Fondo Cavalcaselle: taccuini, carte, appunti e libri donati alla Marciana dalla vedova dello storico dell’arte Giovan Battista Cavalcaselle (1819-1897)

  • Il CampidoglioVenetodi Girolamo Alessandro Capellari: versione digitale del repertorio delle famiglie nobili veneziane, corredato dagli alberi genealogici [Mss. It. VII, 15-18 (=8304-8307)]

  • Arme, blasoni o insegne gentilitie delle famiglie patritie esistenti nella Serenissima Republica di Venetia dedicata all' ill.mo, et eccellentissimo signore Pietro Garzoni,il blasonario delle famiglie veneziane di Vincenzo Coronelli, nell'esemplare marciano Rari Veneti 687

  • Coronelliana, testi della cospicua collezione di opere di Vincenzo Coronelli, manoscritte e a stampa, conservate in Biblioteca.

  • Mappamondo di Fra Mauro: versione digitale del celebre mappamondo composto da Fra Mauro intorno al 1450.

  • DIGIT (DIGITalizzazioni delle riproduzioni di manoscritti e stampati eseguite dall’Ufficio riproduzioni dal 2010)

riferimenti:

Orsola Braides, Umberto CiotolaElisabetta Sciarra