Biblioteca digitale

libro cartaceo e libro in formato digitale
percorrono binari paralleli  verso la stessa meta:
la libera circolazione dei saperi

 

La Biblioteca offre un servizio di consultazione online – attivo dall'anno 2000 – delle proprie risorse digitalizzate relativamente a diversi materiali manoscritti e a stampa, la cui conservazione e tutela costituisce un compito istituzionale primario. L'accesso alle opere e ai testi in formato digitale ha la finalità di rendere tale patrimonio più facilmente fruibile da parte degli utenti.

 

Manoscritti

Arme, blasoni o insegne gentilitie delle famiglie patritie esistenti nella Serenissima Republica di Venetia: il blasonario delle famiglie veneziane di Vincenzo Coronelli, nell'esemplare marciano Rari Veneti 687

Il Campidoglio Veneto di Girolamo Alessandro Capellari: versione digitale del repertorio delle famiglie nobili veneziane, corredato dagli alberi genealogici, manoscritti It. VII, 15-18 (=8304-8307)

Cataloghi storici dei manoscritti marciani: vi si possono reperire i cataloghi manoscritti marciani del Fondo Antico Zanetti – manoscritti greci, latini, italiani e francesi - e gli inventari manoscritti dell'Appendice - manoscritti greci, latini, italiani

Fondo Cavalcaselle: taccuini, carte, appunti e libri donati alla Marciana dalla vedova dello storico dell’arte Giovan Battista Cavalcaselle (1819-1897)

Manoscritti dei fondi musicali della Biblioteca Marciana: duecento manoscritti musicali di Galuppi, Perez, Hasse, Albero, Marcello e Scarlatti provenienti dalle collezioni delle famiglie Contarini e Canal

Manoscritti della Biblioteca nazionale Marciana: collezione in progress delle digitalizzazioni dei 13000 manoscritti conservati dalla Biblioteca

Il Mappamondo di Fra Mauro: versione digitale del celebre mappamondo composto da Fra Mauro intorno al 1450

 

Libri a stampa

Aldo Manuzio: dieci intermezzi tipografici: si tratta della mostra virtuale realizzata a conclusione del lungo omaggio che la Marciana ha voluto rendere ad Aldo Manuzio e che offre un piccolo ma significativo campione della propria collezione

GeoWeb: base dati di circa 29000 documenti cartografici e grafici; le immagini possono essere visualizzate in Internet culturale

Incunaboli del volgare italiano: prime edizioni o edizioni significative di ottantun testi in volgare - dai romanzi cavallereschi alle opere religiose, ai calendari - particolarmente significative perché conservate in esemplari rari o unici

Periodici e riviste preunitarie: la collezione presenta oltre sessanta testate, edite dal 1668 al 1916, presenti prevalentamente presso la Biblioteca nazionale di Roma, la Biblioteca di storia moderna e contemporanea di Roma, la Biblioteca universitaria di Pisa e la Biblioteca nazionale Marciana di Venezia

RAME RAriora Marciana Elettronica: una selezione di opere di particolare interesse e di contenuto coerente con la secolare storia della Biblioteca e della Repubblica di Venezia: incunaboli appartenuti al cardinale Bessarione, incunaboli e cinquecentine stampati da Aldo Manuzio e postillati, raccolte di componimenti per grandi feste e celebrazioni pubbliche

Sacre rappresentazioni della Raccolta Giuntina: più di un centinaio di edizioni che costituiscono i tre volumi della Raccolta Giuntina (1555, 1560, 1578). In  tale rarissima raccolta furono pubblicate le sacre rappresentazioni fiorentine, un genere drammatico di carattere religioso, fiorito nel capoluogo toscano a partire dal XV secolo

Viaggiatori stranieri in Italia, fondo Tursi: una scelta di opere sul viaggio in Italia, attraverso quattro secoli, selezionate dal Fondo Tursi

 

Altre risorse digitali sono inoltre consultabili in sede presso alcune postazioni ad esse dedicate:

  • Coronelliana, testi della cospicua collezione di opere di Vincenzo Coronelli, manoscritte e a stampa, conservate in Biblioteca
  • DIGIT (DIGITalizzazioni delle riproduzioni di manoscritti e stampati eseguite dall’Ufficio riproduzioni dal 2010)

riferimenti:

Orsola Braides, Umberto CiotolaElisabetta Sciarra