Possessore: Milliere,
Verosimilmente potrebbe trattarsi del consigliere Michel Millière, morto nel marzo del 1600, piuttosto che di Charles-Honoré Millière, protonotario apostolico e professore del  Seminario di Beauvais. Cfr.: J. Garnier [a cura di], Journal de Gabriel Breunot conseiller au parlement de Dijon précédé du Livre de souvenance de Pepin chanoine de la Sainte-Chapelle de cette ville, Dijon 1864, 3 vol., v. 3, p. 2 e 197; Archives Nationales (France) 
Voci di rinvio:
  • Millière
BM - 63 T 16 carta ):(1r

BM - 63 T 16 carta ):(1r, in alto: Ce Liure est a Mons.(ieu)r Le Consell.(i)er Milliere

In basso, in parte coperto dal timbro di Gaetano Rigotti: ex biblioth(ec)a D.(omini) Milliere

BM - 63 T 17 p. 1219, parzialmente illeggibile: ex biblioth(ec)a D.(omini) Milliere

L'opera donata da Francesco Pichi ai Carmelitani Scalzi di Treviso era appartenuta in precedenza a Millière e, alla metà del XIX secolo, a Gaetano Rigotti.

Segno di possesso: 

  • Note di possesso

Biblioteca di appartenenza:

BM - Biblioteca nazionale Marciana
Collocazione
T. 063T 016 - 017
Numero seriale: 894
Scheda: OB