Possessore: Piscel, Antonio
<1871-1847>. Nacque a Rovereto da famiglia di origine bavarese. Avvocato, irredentista, fu con Cesare Battisti tra i fondatori del Partito socialista trentino, in cui militò fino alla prima guerra mondiale come dirigente e con un'attenzione particolare alla gestione dei rapporti con il partito socialista austriaco. Collaborò inoltre ai principali giornali di area come L'avvenire, L'avvenire del lavoratore (del quale fu anche direttore) e Il popolo. Nel 1896 svolse il tirocinio legale e diventò avvocato a Milano dove conobbe la futura moglie Enrica Sant'Ambrogio dalla quale ebbe 4 figli. Dopo il rientro nel Trentino alla fine della guerra, si impegnò in vari progetti associazionistici, editoriali e politici, ricoprendo anche la carica di consigliere comunale di Rovereto ma, a partire dalla seconda metà degli anni venti, si isolò sempre più dalla vita pubblica. Morì nella villa di famiglia a Serrada di Folgaria nel 1947. Cfr. DBI, 84 (2015), pp. 256-259.
Voci di rinvio:
  • Pischl, Antonio
SBT-FMST - BAT 1229, frontespizio

SBT - FMST BAT 1229 sul frontespizio nota manoscritta: Avvocato Antonio Piscel

Segno di possesso: 

  • Note di possesso

Biblioteca di appartenenza:

SBT-FMST Trento Biblioteca della Fondazione Museo storico del Trentino
Collocazione
BAT 1229
Numero seriale: 2562
Scheda: CT