Possessore: Séguier, Pierre
<1588-1572> Président à mortier au parlement de Paris ; guardasigilli  (1633); cancelliere e pari di Francia (1635). Accademico dal 1635 e  "Protecteur" dal 1643.  Mecenate, fu tra i fondatori anche dell' Académie des inscriptions e dell'Académie de peinture, protesse il pittore Charles Le Brun​ e istituì l'ospedale della Misericordia. Raccolse nel suo palazzo di Bellegarde una ricchissima biblioteca di manoscritti (circa 4000, in maggioranza greci e orientali) e di libri a stampa (circa 20.000), che restò intatta fino alla morte della moglie nel 1683 ed in seguito venne smembrata: tutti manoscritti -per i quali si sperava in un acquisto reale che poi non venne realizzato- entrarono nella proprietà del nipote vescovo di Metz, Henri-Charles de Cambout, marchese di Coislin; egli a sua volta li legò all'abbazia di Saint-Germain-des-Prés, da dove -distrutti in parte in un incendio (1793)- passarono a far parte della Biblioteca nazionale di Parigi nel 1794 mentre un centinaio di essi, acquistati da Robert Harley, duca di Oxford, si trovano ora alla British Library. I testi a stampa furono venduti all'asta nel 1686. Dai cataloghi manoscritti della biblioteca redatti da R. Hardy e M. Thévenot vennero tratti: Bibliothecæ Seguierianæ catalogus. Paris André Cramoisy, 1685 (1a e 2a ed.);  il Catalogue des manuscrits de la bibliothèque de défunt monseigneur le chancelier Séguier, Paris 1686 utilizzato per l'asta;  B. de Montfaucon, Bibliotheca Coisliniana, olim Segueriana, sive manuscriptorum omnium graecorum, Paris, 1715 ; Y. Nexon, La bibliothèque du chancelier Seguier, dans Histoire des bibliothèques françaises, Paris, 1988, vol.2, pp. 154-155.
BUPD, C.92.c.111, piatto posteriore

BUPD - 70.c.25, legatura "alle armi" (conservati i piatti originali compresi nella legatura di restauro effettuata dalla Ditta Augusto Lion intorno al 1960-1965); In ovale al centro dei piatti sovrastato da elmo e lambrecchini il blasone: d'azzurro allo scaglione d'oro accompagnato in testa da due stelle dello stesso e in punta da un agnello passante d'argento. cf. Y. Loskoutoff, Les étoiles du chancelier Séguier in L'armorial de Calliope. L'œuvre du Père Le Moyne S.J. (1602-1671) : littérature, héraldique, spiritualité, Tübingen 2000, pp.122-126

Il volume è citato nel Bibliothecæ Seguierianæ catalogus. Paris André Cramoisy, 1685 (1a ed.), p.98 (c. I1v) alla sezione Historici Profani ("Vita di Camillo Vrsino. In Vinegia. 1565. 4°)

Segno di possesso: 

  • Contrassegni su legatura

Biblioteca di appartenenza:

BUPD - Biblioteca Universitaria di Padova
Collocazione
C.92.c.111
Numero seriale: 2331
Scheda: CL