Possessore: Caimo, Eusebio
<1566-1640> Figlio primogenito di Giacomo, dottore in legge, e di Chiara del Merlo, e fratello di Pompeo e Marcantonio, dopo l'avviamento agli studi compiuto ad Udine dove la famiglia di origini lombarde si era stabilita, si laureò in Diritto civile e criminale nel 1589 a Padova. Tornato a Udine intraprese la carriera forense e la partecipazione nelle istituzioni cittadine (conservatore del Monte di Pietà e avvocato dei luoghi pii nel 1593 e 1597, censore nel 1597, provveditore alla sanità di fuori e membro della giunta nel 1598 e in seguito deputato e nel 1605 Provveditore ai confini). Abbandonata la carriera pubblica per quella religiosa divenne nel 1612 canonico di Aquileia e nel 1619 fu nominato vescovo di Cittanova d'Istria incarico che mantenne fino al 1640. Fu esecutore testamentario insieme ai nipoti Carlo e Giacomo del fratello Pompeo, curando la cessione dei suoi libri alla Biblioteca Universitaria di Padova, cui aggiunse anche volumi propri. Cf. L. Casella in Dizionario biografico dei friulani, Nuovo Liruti, Udine 2009, 2. L'età veneta vol.1, pp.568-572.  
Voci di rinvio:
  • Eusebius Caymus
A.65.a.145, frontespizio

BUPD - A.65.a.145, sul frontespizio note di possesso mss.:  Eusebi Caymus | Utin. ; Ex-libris Eusebij Caymi Utinensis

Segno di possesso: 

  • Note di possesso

Biblioteca di appartenenza:

BUPD - Biblioteca Universitaria di Padova
Collocazione
A.65.a.145
Numero seriale: 2109
Scheda: CL