Possessore: Gaudenti, Gaudenzio Antonio
<1754-1821> Nato a Trento il 14 febbraio 1754, studente liceale tra il 1765 e il 1779, si laureò in giurisprudenza ad Innsbruck nel 1776. Consigliere aulico del vescovo di Trento dal 1776, abbandonò poi l’incarico per dedicarsi al magistrato consolare. Fu creato barone nel 1783 ereditando il nome e l’insegna dei Roccabruna. Console della città nel 1780, 1785 e 1789, fece poi parte dell’amministrazione provvisoria negli anni 1796, 1797 e 1802. Dopo la secolarizzazione del principato fu membro della commissione giudiziaria, del tribunale provinciale e del consiglio di prefettura. Con il ritorno del Trentino all’Austria , alla fine del 1813, non accettò più alcun incarico. Morì il 5 gennaio 1823. Scrisse molte opere a carattere storico e giuridico, fu autore di iscrizioni su archi trionfali, studioso e collezionista di antichità. Fu possessore di più ex libris incisi. Cfr. Incunaboli e cinquecentine del Fondo trentino della Biblioteca comunale di Trento. Catalogo, a cura di E. Ravelli e M. Hausbergher, Trento 2000, p. 356.
SBT-BCT - T 0 c 0007, verso della carta interfogliata dopo la carta di guardia

SBT-BCT - T 0 c 0007, sul verso della carta interfogliata dopo la carta di guardia, nota di possesso manoscritta: Patria Iur[ium] defens[ori] | Gaud[entio] Ant[onio] de Gaudentiis | D.D.D. | D[ominicus] D[e] M[alfattis]

Il volume appartenne precedentemente a Domenico Malfatti.

Segno di possesso: 

  • Note di possesso

Biblioteca di appartenenza:

SBT-BCT Trento Biblioteca comunale
Collocazione
T 0 c 0007
Numero seriale: 2022
Scheda: GD