Possessore: Non identificati
Aldine 332, frontespizio

BM - Aldine 332: sul frontespizio: philippus. Note di lettura manoscritte in latino e numerosi disegni (a c. χ4v, visi, un saraceno, esseri metà uomo e metà animale, un alare di camino), anche sulla legatura coeva staccata.

A c. χ3v nota manoscritta: Ant.o contarino.

Sul contropiatto anteriore della legatura ulteriori disegni, doppia incisione: HIEROI HIEROI e incisione a compasso a cerchi concentrici con motto nella corona esterna: LIETO NON È CHI PER ALTRUI SUSPIRA; verso del poeta quattrocentesco Giovanni Antonio Romanello (L. Frati, Le rime del codice Isoldiano (Bologn. Univ. 1739), Bologna 1913,  Passa la nave mia, p. 182). In testa all'incisione nota manoscritta: ch'altro dilecto ch'imparar non pro[vo] (F. Petrarca, Trionfo d'amore, I, 21).
Sul contropiatto posteriore della legatura altri disegni: un falcone con il suo falconiere, occhiali, raschietti, un sole, altre tre incisioni a compasso: attorno al falconiere ripresa l'incisione a compasso del contropiatto anteriore, a fianco di questa e parzialmente sovrapposta, incisione con cuore centrale trafitto da freccia e circondato da raggi; in basso altra incisione a compasso; nota manoscritta della stessa mano Antoni decus elegantiarum (G. Pontano, Parthenopeus, I, 27, ad Antonio Beccadelli detto il Panormita).

Segno di possesso: 

  • Note di lettura

Biblioteca di appartenenza:

BM - Biblioteca nazionale Marciana
Collocazione
ALDINE 332
Numero seriale: 193
Scheda: ES