Possessore: Hiarca degli Uberti, Francesco
<fl. 1750-1778> fu ambasciatore residente a Milano fra il 1751 e il 1752, poi a Napoli fra il 1756 e il 1760, e quindi a Torino. Carlo Goldoni gli indirizzò la lettera dedicatoria de Il padre di famiglia; citato come Liarca in vari sonetti inediti di Angelo Maria Barbaro <1726-1779> conservati nei manoscritti Correr 348-350. Nel manoscritto marciano It. VII, 34 (=8608) è riportata la storia della famiglia Hiarca degli Uberti nella compilazione di Teodoro Damadeno. Cfr.: Archivio di Stato di Venezia, Dispacci degli ambasciatori e residenti, 1484 - 1797, Milano filze 193-195, Napoli filze 139-141, Savoia filze 15-18; M. Donaggio, Per un regesto delle rime di Angelo Maria Barbaro (1726-1779), in Quaderni veneti, 11 (1990), 47-105.
Voci di rinvio:
  • Jarca degli Uberti, Francesco
  • Uberti, Francesco : degli
BM - 32 D 207 verso del frontespizio

BM - 32 D 207  al verso del frontespizio ex libris xilografico stampato in azzurro (96x62 mm) partito: al 1° d'argento alla mezz'aquila di nero, al 2° scaccato d'azzurro e d'argento. Sul tutto: alla colomba d'argento posato su una montagna di tre cime e tenente nel becco un ramoscello d'ulivo. Lo scudo è posto sopra un manto di porpora foderato d'argento e cimato della corona ducale. Sotto entro un fregio: Ex. lib. Franc. Hiarca de |  Ubertis [...]ar. [Ut]riusq. Sicilię | pro [Ven. ] R[ep.] [Re]sidentis

L'ex libris fu evidentemente realizzato durante il periodo di permanenza a Napoli. 

Bragaglia (n. 773), Gelli (p. 469) e Bertarelli Prior (p. 386) censisscono solo l'ex libris datato al 1765, cioè dopo la nomina di residente a Torino: Ex lib. Fran. Hiarca de Ubertis pro Rep. Ven. Residentis primum Mediolani dein Neapoli nunc Taurini 1765. 

Sul frontespizio timbro di Ernesto Volpi.

BM - It. VII, 34 (=8608), parte I, c. 262r stemma Hiarca degli Uberti acquerellato.

BM - It. VII, 34 (=8608), parte II, p. 2 stemma Hiarca degli Uberti in seppia.

Un esemplare de La Venere fisica del signor di Maupertuis traduzione di Diodato Anniani romano (Venezia, per Antonio Graziosi, 1767) appartenuto a Hiarca degli Uberti è conservato presso la Biblioteca Historica Marqués de Valdecilla dell'Università Complutense di Madris (BH MED 9896).

Segno di possesso: 

  • Ex libris

Biblioteca di appartenenza:

BM - Biblioteca nazionale Marciana
Collocazione
D 032D 207
Numero seriale: 1477
Scheda: OB