Possessore: Biblioteca del Convento dei Santi Giovanni e Paolo <Venezia>
L'ordine dei frati Predicatori (Domenicani) si stabilì a Venezia alla metà del XIII sec., erigendo una prima chiesa, che nel corso dei secoli successivi fu ampliata e arricchita di importanti monumenti artistici. La biblioteca dell'annesso convento possedeva una ricca collezione di manoscritti. Tra il 1770 e il 1774 il bibliotecario Domenico Maria Berardelli pubblicò il catalogo dei manoscritti della biblioteca. Parte dei codici della biblioteca domenicana furono acquisiti dalla Marciana prima delle soppressioni napoleoniche, quando nel 1789 il Consiglio dei Dieci incaricò Jacopo Morelli di relazionare sulle biblioteche monastiche, date le notizie di vendite di manoscritti e stampati appartenenti a biblioteche ecclesiastiche veneziane; il bibliotecario della Marciana oltre alla relazione solertemente fece trasportare in Biblioteca 90 codici greci e 170 latini. Cfr.: R. Quinto, Manoscritti medievali nella Biblioteca dei Redentoristi di Venezia (S. Maria della consolazione, detta della 'Fava'), Padova 2006, p. 43-52.
BM - Lat. VIII, 24 (=3434), contropiatto anteriore

BM - Lat. VIII, 24 (=3434), contropiatto anteriore: MSS. LATINI | CL. 8 N° 24 | PROVENIENZA | Ss. Giovanni | e Paolo - 56 | COLLOCAZIONE | 3434.

BM - Cons. Cat. MSS. 6a Berardelli, Domenico Maria, Codicum omnium graecorum, erabicorum, aliarumque linguarum orientalium, latinorum et italicorum, qui manuscripti in Bibliotheca S.S. Joannis et Pauli Venetiarum ordinis Praedicarum osservantur catalogus, Catalogus sectionis quartae, pars secunda, n. DVI, p. 109-110.

Segno di possesso: 

  • Altro

Biblioteca di appartenenza:

BM - Biblioteca nazionale Marciana
Collocazione
MSS (=03434) Lat. VIII, 24
CONS. CAT. MSS.MARC. 0006.A
Numero seriale: 1256
Scheda: OB