Possessore: Benzon, Pietro
<n. 1748.>. Figlio di Vettor (nato nel 1704), vanta come illustre avo Zorzi Benzon, celebre per le sue imprese militari nella guerra di Candia e in quella di Morea (quinta e sesta guerra turco-veneziana, tenutesi dal 1645 al 1669 e dal 1684 al 1699). Cfr.: M. Barbaro, Genealogia delle famiglie patrizie venete, sec. XVI [-XVIII], vol. I, Venezia, Biblioteca Nazionale Marciana, It. VII, 925 (=8594), cc. 124v-125r; G.A. Capellari Vivaro, Campidoglio Veneto, sec. XVIII, vol. I, Venezia, Biblioteca Nazionale Marciana, It. VII, 15 (=8304), c. 152v.
Voci di rinvio:
  • Benzoni, Pietro
BM - Misc. 4157.1, c. 103v

BM - Misc. 4157.1, a c. 103v: Pietro Benzon di me Pietro Benzon di Sier Vettor Adi 3 marzo 1766 Nel Collegio di Castello in Scuola di Rettorica a l'ora vent'una

BM - Misc. 4157.2, a p. [143]: Catallogo de matrimoni che si | trovano in questa Istori (sic) circ[a] | la Nobil Casa de C. Benzon | # | Angela figlia del C. Fortunato | Benzon, moglie del C. Pallavicin[i] | # | La Contessa Olinda Benzon | moglie del C: Scozzi | # | Ambrogina de Corii Nobile Mila[nese] | moglie del C. Giorgio Benzo[n] | # | Agnese figlia di Percivalo degli | Asinai d'Asti Signor di Boldes[e] e d'altri Castelli d'Astegiana | moglie del C. Venturino Benzo[n] | dattagli da Filippo duca di | Milano con molti altri onori | # | Cassandra Benzon, moglie de | C. Visconte | # | Ve ne sono d'altri matrimoni | che nella storia non si trovano.

BM - Misc. 4157.4, sul verso del frontespizio (c. 1v): (Zorzi Benzon) | Dal 1766: | [s]ena/[t]ore | Pietro Benzon <n. 1675> sue figlie Maria <in Luigi Foscarini, 1720>, Betta <in Gasparo Bragadin, 1735>, | Chiara <in Francesco Mocenigo 1728>, Lucina <in Antonio Scroffa 1741> | maritate in Foscarini <Maria>, Mocenigo , Bragadin Scrof[f]a | Figli di | Pietro | Zorzi | Gio[van] Batt[ist]a <1724> Quaranta | (Pietro) Figlio di Vettor | Figlio | Monaca | questa | Bianca | Putte | [q]uette tre Cecilia | Maria | Giovanna.

 

L'opuscolo contenente la Historia di Crema, raccolta da gli annali di m. Pietro Terni. Per m. Alemanio Fino, stampato a Venezia nel 1571 (BM - Misc. 4157.1), è stato acquistato il 18 ottobre 1678 da Zorzi Benzon a Crema, come dichiarato dallo stesso in una nota autografa sul verso del frontespizio. Il Benzon possedeva anche gli opuscoli contenenti la prima e la seconda parte delle Seriane, overo diffese di M. Alemanio Fino, stampati rispettivamente a Brescia nel 1576 e a Pavia nel 1580 (BM – Misc. 4157.2-3), e quello contenente Oratione del cavaliere Michele Benvenuto, Venezia 1572 (BM – Misc. 4157.4), ultimo che compone il volume miscellaneo, come mostrano le note di possesso lasciate nell'ultima pagina del primo e all'interno del terzo (a c. 3v) e del quarto (nel verso del frontespizio e a c. 8v).

In data 3 marzo 1766 nella scuola di retorica del collegio di Castello Pietro Benzon lascia la propria nota di possesso sul verso dell'ultima carta del primo opuscolo, sotto quella del suo avo, e nell'ultima carta del secondo opuscolo registra i matrimoni del casato di cui è dato conto nella Istoriaprecisando che ce ne furono altri non citati nel suddetto opuscolo. Il medesimo prosegue sul verso del frontespizio del quarto opuscolo tracciando l'albero genealogico della famiglia Benzon, distinguendo i figli dalle figlie e per queste ultime precisando se maritate, monache o ragazze. La trasmissione del volume per una linea generazionale di quattro gradi mostra l'interesse per la storia di Crema che ha avuto membri della famiglia Benzon come illustri protagonisti.

[scheda di Marta Vittorini]

Segno di possesso: 

  • Note di possesso

Biblioteca di appartenenza:

BM - Biblioteca nazionale Marciana
Collocazione
MISC 4157.001; 004
MISC 4157.002
Numero seriale: 1197
Scheda: ES