Possessore: Ciera, Paolo
<1575-1647> Membro di una famiglia veneziana di antica origine con molti interessi e commerci in Levante, entrò dell'Ordine degli eremitani di S. Agostino ma poi abbandonò Venezia a causa dell'interdetto e della sua presa di posizione a favore del Papa, riparando a Bologna e poi recandosi in diversi conventi agostiniani  (Genova, Siena, Rimini, Pisa) come "sacrae theologiae magister"; giunto a Roma nel 1622,  ottenne la cattedra alla Sapienza dove insegnò dal 1627 al 1642 quando Urbano 8. lo creò vescovo di Vieste e nel 1644 suffraganeo di Ostia e Velletri dove morì. Opere: Dialogia alli signori della Republica e Senato di Venetia;  Tractatus de iure principum (Bononiae 1607); Tractatus apologeticus pro statu Romanae urbis et curiae (Senis 1608); In primum Sententiarum responsiones ad quaesita omnia quae circa materiam de unitate Trinitate et attributis divinis sapientioribus scholasticae theologiae patribus fieri solent eorundemque clarissimae resolutiones... (Romae 1633). Cfr.: DBI 25 (1981), pp. 447-451. 
BUPD - A.1.a.73 frontespizio

BUPD - A.1.a.73, frontespizio: Paulo Ciera

Sono presenti anche due stemmi manoscritti: sotto il nome proprio, quello della famiglia: di rosso al leone d'oro. Poco leggibile il secondo.

Al piede del frontespizio compare anche il cartiglio cartaceo con l'ex libris tipografico di Ascanio Varese.

Segno di possesso: 

  • Note di possesso

Biblioteca di appartenenza:

BUPD - Biblioteca Universitaria di Padova
Collocazione
A.1.a.73
Numero seriale: 1095
Scheda: CL