Avviso al pubblico

La Biblioteca Marciana riapre al pubblico lunedì 18 settembre2017.

Lunedì 18 settembre 2017 la Biblioteca Nazionale Marciana riapre al pubblico, con il consueto orario, dopo i lavori di manutenzione del pianoterra.

Gli utenti troveranno al loro ingresso alcune novità: l’accoglienza, presso la quale i lettori devono effettuare la registrazione in entrata e in uscita, è stata spostata nel locale dove già si trova l'orientamento, sulla destra entrando. Inoltre, per motivi di sicurezza, la consegna delle chiavi degli armadietti per il deposito degli effetti personali avverrà dietro consegna di un documento d’identità in corso di validità. Tale documento sarà riconsegnato dopo la restituzione della chiave dell'armadietto, all’uscita. La nuova procedura aumenta il livello di sicurezza nei confronti del rischio antropico e riduce il rischio di perdita delle chiavi medesime. Va tuttavia considerata come una soluzione provvisoria, da superare non appena sarà possibile acquistare nuovi armadietti tecnologicamente più evoluti.

Anche la segnaletica sarà provvisoria, in vista della realizzazione di un nuovo piano complessivo di comunicazione, la cui progettazione è ormai conclusa.

I lavori fin qui svolti  sono parte di un più ampio progetto di riqualificazione e messa in sicurezza, prossimo alla conclusione, che prevedeva opere di restauro  e manutenzione indispensabili per garantire la salvaguardia  degli edifici della  Biblioteca  e del patrimonio in essi custodito. La gran parte dei lavori, iniziati nell’autunno del 2015, sono stati realizzati senza sospendere la funzionalità della Biblioteca. Solo per il restauro dell’atrio di ingresso e della sala orientamento si è dovuta sospendere l’apertura al pubblico dal 16 luglio al 16 settembre.

In particolare sono stati realizzati:

  • il restauro delle coperture, esteso  a  quasi  tutti  gli  edifici  del  complesso  della  Biblioteca Marciana, che ha reso nuovamente efficienti le  lastre  di  copertura  in  piombo  che nel  tempo si  erano fessurate,  provocando infiltrazioni  d’acqua  all’interno  degli ambienti della biblioteca. L’intervento  è consistito nello  smontaggio  di  tutte  le  lastre,  nella revisione e consolidamento delle strutture lignee, nel montaggio di uno strato di lastre nuove in piombo, necessario  per  garantire  l’efficienza  del manto di copertura rispetto a possibili infiltrazioni d’acqua, e nella ricollocazione del manto superficiale  formato  con  le  lastre  vecchie  restaurate,  in  modo  da  non  modificare  l’immagine cromatica delle coperture storiche già ossidate.
  • Il restauro di due  strutture  di  particolare  interesse collocate sulla copertura del corpo di fabbrica della Zecca verso il bacino di San Marco: un  comignolo  in  conci  di  pietra  d’Istria  svettante sul fronte est e un  lanternino  a  pianta  circolare  con  colonnine  e  cupola  di  copertura posto sul colmo della copertura. Analogamente si sono effettuati interventi di manutenzione e restauro sul grande lucernario vetrato della Sala di Lettura.
  • interventi puntuali di manutenzione di componenti di sicurezza negli spazi pubblici, negli uffici e nei depositi (manutenzione  e/o  sostituzione  di  porte  ed  infissi  tagliafuoco,  verifica  e  sigillatura  di  pareti  tagliafuoco  manomesse), con  l’obiettivo  finale  di  ristabilire  la  funzionalità  sotto  il profilo della resistenza al fuoco garantendo un utile livello di sicurezza nelle more del pieno adeguamento alle norme vigenti.
  • il restauro dell’atrio di ingresso e della sala accoglienza e orientamento
  •  indagini e verifiche relative alla sicurezza sismica, come richiesto da recenti disposizioni.

La manutenzione e l’adeguamento alle normative di sicurezza in edifici storici di pregio come quelli costituenti il compendio della Biblioteca Nazionale Marciana costituiscono un processo continuo. La Biblioteca, insieme alle altre istituzioni competenti, sono impegnate ad eseguire i lavori con il minimo impatto possibile sui servizi al pubblico.