Portraits, Artistic People – International Edition

Mostra personale del pittore Mimmo Alfarone
da Sabato, 29 Settembre 2012 a Domenica, 28 Ottobre 2012

La Biblioteca Nazionale Marciana ospiterà dal 29 settembre al 28 ottobre 2012 una mostra personale del pittore Mimmo Alfarone, intitolata “Portraits, Artistic People – International Edition”, allestita nelle sue Sale Monumentali, all’interno del Percorso integrato dei Musei di Piazza San Marco (con ingresso dal Museo Correr, Ala Napoleonica).

La mostra sarà inaugurata sabato 29 settembre, alle ore 12.00, con accesso dal n. 13/a di Piazzetta San Marco, Venezia (scala monumentale della Libreria Sansoviniana).

Dipingo ogni cosa che racchiude una storia, un segreto, un fascino, un potere, un’attrazione estetica, intellettuale o spirituale. Come un esperto archeologo indago quella realtà fisica ne analizzo, scruto, manipolo e sviscero ogni dettaglio, ogni componente utile per scoprirne i segreti più intrinseci che la rendono unica. In “Portraits, Gente dell’Arte” ritraggo personalità del mondo artistico, protagonisti della storia che lasciano un segno profondo, che si distinguono, che hanno potere carismatico, materiale o  intellettuale: artisti, critici, curatori, mercanti e collezionisti o mecenati, che ho incontrato e conosciuto direttamente o indirettamente.    

                                    Mimmo Alfarone

Mimmo Alfarone ha il merito di riproporre con coraggio e semplicità i problemi della pittura. Dopo tante avventure delle avanguardie nel XX secolo, che hanno arricchito il panorama delle arti e introdotto novità fondamentali per il raggiungimento di nuove vie verso un autentico esito espressivo, si è recentemente creato un clima artefatto, in cui la pittura è stata dapprima censurata come tecnica obsoleta, e sostituita con le più varie forme di installazioni e di oggetti, mentre in seguito, come sembra accadere oggi, si dà corso a una nuova pittura confusa e fiera di dimostrarsi “cattiva pittura”, per il gusto di qualche mercante e collezionista assetato comunque di novità modaiole. Tempo fa si diceva che la pittura è morta, oggi si potrebbe dire che è “andata a male”, come frutta marcita. L’esempio di Alfarone mostra invece  come sia ancora possibile praticare una pittura virtuosa, ricca di valori e capace di adempiere ad alcune sue funzioni che sembravano definitivamente superate dalla fotografia, come il ritratto recuperato al di là di ogni oleografico compiacimento.           

Maurizio Calvesi

 

Mimmo Alfarone è nato a Gioia del Colle (Bari) nel 1958. è docente di Discipline Pittoriche presso il Liceo Artistico Statale di Venezia. Ha conseguito la laurea in Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Bari. Vive e lavora tra Portogruaro e Venezia.

L’aspetto che accomuna le tematiche della ricerca artistica di Mimmo Alfarone, è il forte desiderio di conoscere, scoprire e sviscerare i segreti intrinseci di ogni essenza, fisica o psicologica che affascina, che ammalia, che seduce e suscita attrazione, che diventa unica ed esclusiva.

Di notevole interesse gli incontri con alte personalità del mondo artistico, a loro dedicherà il ciclo pittorico, Identità nella Storia. Il dipinto A Jean Clair sarà acquisito dalla Biennale di Venezia e farà parte della sua collezione permanente. Le sue opere sono inserite in numerose collezioni pubbliche e private, in Italia e all’estero. Del suo lavoro si sono occupati notevoli personalità, come Maurizio Calvesi, Robert Storr, Philip Rylands,  Franco Belgiorno-Nettis, Giuseppe Bergamini, Boris Brollo, Gillo Dorfles, Vittorio Sgarbi, Raffaele De Grada, Enzo di Martino ed altri. La sua attività artistica è documentata presso L’Archivio Storico delle Arti Contemporanee della Biennale di Venezia e alla Library and Archivesdel MoMa in New York. http://www.mimmoalfarone.it/

 

Mostre personali

  • 2011 Memorie dal fuoco, Biblioteca Comunale, Gioia del Colle (Ba), a cura di Gennaro Losito
  • 2011 Melodie del cielo, Palazzo della Cultura, Galleria “Labrocca”, Gioia del Colle (Bari) Ass.to alla Cultura
  • 2010 Mimmo Alfarone,mostra e presentazione Monografia (G. Mondadori), Palazzo delle Prigioni, Venezia, a cura di Boris Brollo, e intervento di Giandomenico Romanelli e Maurizio Calvesi.
  • 2007 Portraits, Artistic People, Palazzo “Priuli Scarpon” Liceo Artistico, Venezia, a cura di Boris Brollo

Mostre Collettive

  • 2011 “Femminile Singolare” Da Guido Crepax e Aldo Mondino a Mimmo Rotella e Omar Galliani. Palazzo del Monferrato, Alessandria, a cura di Paolo Vassallo.
  • 2010 Artisti italiani contemporanei a Colonia, Istituto Italiano alla Cultura, Colonia, a cura di G. Caneva.
  • 2009 V Biennale Internazionale D’Arte Contemporanea Magna Grecia,S. Demetrio (Cs), a cura di B. Brollo.
  • 2008  Artisti italiani contemporanei, Istituto Italiano alla Cultura, Copenaghen, a cura di G. Caneva.
  • 2007 Artisti italiani contemporanei aCracovia, Istituto Italiano alla Cultura, Cracovia, a cura di G. Caneva.
  • 2003 Brain Accademy Apartment, 50a Biennale di Venezia, Sez. Extra 50, a cura di Guglielmo Di Mauro.