Le civiltà del Libro e la stampa a Venezia

da Sabato, 27 Maggio 2000 a Sabato, 29 Luglio 2000

Fondazione Giorgio Cini. ONLUS
Biblioteca Nazionale Marciana
Biblion. Centro Studi sul Libro Antico. ONLUS

Le civiltà del Libro e la stampa a Venezia

Testi sacri ebraici,cristiani, islamici
dal Quattrocento al Settecento

Le manifestazioni più rilevanti dell'arte tipografica veneziana fra Quattrocento e Cinquecento, arricchite da confronti con esemplari più tardi, dedicate ai fedeli del Giudaismo, del Cristianesimo e dell'Islam, vengono documentate in una mostra ideata dalla Fondazione Giorgio Cini e realizzata dall'associazione culturale Biblion, Centro Studi sul Libro Antico, Venezia con la collaborazione della Biblioteca Nazionale Marciana.
L'esposizione avrà luogo nelle sale della Libreria Sansoviniana (Piazzetta S. Marco n. 13/a).

In occasione del convegno interreligioso "Quale Dio per quale uomo? Le religioni si interrogano" che, dal 23 al 29 maggio, si terrà alla Fondazione Cini e farà di Venezia il centro del dialogo e del confronto fra i rappresentanti di queste grandi religioni monoteistiche, si terrà un'esposizione di antichi testi a stampa, il cui senso è di sottolineare l'attenzione che Venezia ha avuto per l'universo religioso mediterraneo sia dal punto di vista della pluralità culturale, sia da quello dell'opportunità economica che le operazioni editoriali offrivano.

La mostra, dedicata a queste testimonianze dell'arte tipografica, vuole sottolineare il ruolo storico di Venezia come luogo in cui culture, religioni e lingue si sono incontrate, trovando, grazie alla libertà di cui godevano stampatori e editori, spazio e ulteriore possibilità di affermazione nei luoghi di origine.

Le testimonianze materiali delle tre Civiltà del Libro - la giudaica, la cristiana e l'islamica - vengono illustrate attraverso oltre cento rari volumi a stampa pubblicati a Venezia e in territorio veneto tra XV e XVIII secolo, tra cui alcuni esemplari unici.

A Venezia videro la luce testi sacri e liturgici - oltre che in latino e in greco - in ebraico, arabo, armeno, ceco, slavo ecclesiastico di redazione croata e serba, turco in caratteri greci - qui proposti in un percorso espositivo che comprende anche documenti che illustrano l'interesse di allora per le lingue in quanto tali e in quanto strumenti di conoscenza necessari per avvicinare i sacri libri : grammatiche, dizionari e lessici. Una linea culturale e editoriale solo in parte realizzata da Aldo Manuzio, ma portata avanti nei secoli da altri illuminati editori.

Tra i volumi di maggior interesse, il solo esemplare completo conosciuto del Breviario glagolitico stampato probabilmente a Venezia nel 1491 per le comunità cattoliche di lingua croata, l'unica copia esistente in Italia della Bibbia utraquista ceca uscita a Venezia nel 1506 dai torchi di Peter Liechtenstein, la prima traduzione italiana del Corano, pubblicata a Venezia da Andrea Arrivabene nel 1547, il Salterio greco di Aldo Manuzio del 1497-98, le Bibbie rabbiniche stampate da Daniel Bomberg (1524-25, 1546-48), da Giovanni Di Gara (1568) e dai fratelli Bragadin (1617-19), i libri di orazioni per gli ebrei italiani e spagnoli, le prime edizioni delle volgarizzazioni della Bibbia di Manerbi e Brucioli, i libri liturgici per le comunità greche turcofone dell'Asia minore, in lingua turca ma stampati con caratteri greci, il libro dei Salmi in arabo stampato a Padova nel 1709, corali e antifonari usciti da torchi veneziani tra la fine del Quattrocento e gli inizi del Cinquecento e sontuosamente miniati.

Gli incunaboli, le cinquecentine e gli altri cimeli esposti provengono dalla Biblioteca Marciana, dalla Fondazione Cini, da fondi antichi di biblioteche ecclesiastiche veneziane, da collezioni private, da altre Biblioteche pubbliche.

Coordinamento del convegno
Prof. Sante Graciotti, Università La Sapienza, Roma

Coordinamento e realizzazione della mostra, cura e redazione scientifica del catalogo
Biblion, Venezia: Simonetta Pelusi
Biblioteca Nazionale Marciana: Marino Zorzi, Alessandro Scarsella

Redazione tecnica del catalogo e progetto grafico
Elisabetta Esposto

Catalogo
Il Poligrafo casa editrice, Padova

Curatori
Giuliano Tamani - per la sezione ebraica
Giorgio Vercellin - per la sezione araba
Stefano Trovato - per la sezione greca
Simonetta Pelusi - per le sezioni slava, latina, volgare

Contributi
Vahan Ohanian
Piero Scapecchi
Susy Marcon

Schede
Alessandra Pedrina, Maria Cristina Fazzini - sezione volgare e latina
Stefano Trovato, Sabrina Minuzzi - sezione greca

Ufficio Stampa
Annalisa Bruni

Per informazioni: Biblion, via Jacopo Cavalli, 5, 30126 Venezia Lido tel. 0347 4353485, fax 041 5265099

La mostra si tiene presso le Sale Monumentali della Biblioteca Marciana di Venezia
(Libreria Sansoviniana, ingresso dal Museo Correr: la mostra è inserita nel percorso integrrato dei Musei di Piazza San Marco)

Per ulteriori informazioni:

Biblioteca Nazionale Marciana
Ufficio Stampa:
Annalisa Bruni
tel. 041.2407241, fax: 041.5238803
e-mail: bruni@marciana.venezia.sbn.it