L'arte botanica contemporanea: una nuova fioritura

da Sabato, 28 Luglio 2001 a Domenica, 23 Settembre 2001

Dalla Shirley Sherwood Collection e dalle raccolte marciane

Questa mostra - curata dalla dr. Shirley Sherwood e dalla dr. Stefania Rossi Minutelli, con la consulenza della prof. Lucia Tongiorgi Tomasi dell'Università di Pisa - colloca opere del passato provenienti dalle raccolte marciane a fianco di disegni e dipinti contemporanei della Shirley Sherwood Collection.

In passato Venezia fu uno dei principali porti d'ingresso per nuove piante nell'Europa occidentale. Esse venivano coltivate per l'alimentazione e la medicina erboristica o per aggiungere fascino ad importanti giardini. Queste nuove specie furono ritratte da artisti che univano l'esattezza scientifica ad un intenso apprezzamento della bellezza ed alla meraviglia della scoperta.
Questa "età dell'oro" dell'arte botanica giunse al suo culmine durante il XVIII ed il XIX secolo, quando i libri che raccoglievano belle tavole a stampa divennero più largamente disponibili. La Biblioteca Marciana possiede una scelta di questi libri, mai esposti fino ad oggi. 

Gli ultimi vent'anni hanno visto una rinascita dell'arte botanica - una seconda fioritura. Questa rinascita è mondiale, con artisti contemporanei (in Inghilterra, Australia, Brasile, Giappone e molti altri paesi) che disegnano stupendi ritratti di piante, sia conosciute che insolite. Gli artisti d'oggi mostrano la stessa intensità di visione che nel passato, ma possono trovarsi a dover registrare specie minacciate, che non saranno mai più visibili, piuttosto che nuove scoperte. Alcuni si accostano ai loro soggetti usando tecniche tradizionali, altri osano nuove interpretazioni.

La dr. Shirley Sherwood ha iniziato la sua collezione nel 1990 ed ora possiede la più completa scelta di arte botanica contemporanea del mondo. 

Gli esemplari qui esposti sono opera di 53 artisti che lavorano in 17 differenti paesi. L'odierna rinascita sembra aver dato l'avvio a due correnti: una che vuole rispondere alle ansietà di oggi di tipo ambientalistico, "verdi", dal momento che specie sempre più numerose sono minacciate di estinzione; l'altra che rivela il desiderio di ritornare a studi figurativi, ove gli artisti iniziano dipingendo fiori e poi si innamorano del loro soggetto - come gli artisti hanno fatto così spesso nel passato.

Si ringraziano per la collaborazione:
Comune di Venezia - Musei Civici Veneziani,
Assicurazioni Generali,
Save Venice.

La mostra si tiene presso le Sale Monumentali della Biblioteca Marciana di Venezia
(Libreria Sansoviniana, ingresso dal Museo Correr: la mostra è inserita nel percorso integrrato dei Musei di Piazza San Marco)

Per ulteriori informazioni:

Biblioteca Nazionale Marciana
Ufficio Stampa:
Annalisa Bruni
tel. 041.2407241, fax: 041.5238803
e-mail: bruni@marciana.venezia.sbn.it