La bellezza nei libri. Cultura e devozione nei manoscritti miniati della Biblioteca Universitaria di Padova

Promossa dal Comune di Padova e organizzata con il supporto della Biblioteca Universitaria di Padova, la mostra presenta manoscritti realizzati tra XII e XVI secolo, scritti e miniati in Italia e in Europa. L’eterogeneità delle provenienze si spiega anche grazie ai frequenti spostamenti degli studenti universitari e dei frati, maestri delle Scuole teologiche, che portavano nelle loro peregrinazioni i libri, strumenti primari di predicazione, di studio, di insegnamento e di preghiera. Una feconda circolazione di saperi che fu anche circolazione di immagini dipinte. Si spazia quindi da libri di natura giuridica a testi fondanti della cultura medievale, come la Summa logicae di Guglielmo di Ockham e altri volumi di autori scolastici, ad opere di diritto canonico, codici patristici e manoscritti liturgici, tra cui si annoverano alcuni breviari di pregio. La collezione si allarga poi a comprendere testi a carattere scientifico, come una miscellanea di testi medici, un trattato astrologico e un erbario mirabilmente dipinto.