Scuole di lettura in biblioteca 2001

da Venerdì, 30 Marzo 2001 a Mercoledì, 02 Maggio 2001

Progetto del Ministero per i Beni e le Attività Culturali

Dopo il successo delle passate edizioni, torna ancora più ricco di proposte l'appuntamento con le Scuole di Lettura in Biblioteca.
Una nuova serie di eventi, organizzata dal Ministero dei Beni Culturali in collaborazione con l'Enel, si svolgerà quest'anno tra marzo e maggio.

Dieci tra le maggiori biblioteche pubbliche italiane, dalla Nazionale di Firenze alla Marciana di Venezia, dalla Braidense di Milano alla Vittorio Emanuele III di Napoli, ospiteranno ciascuna tre appuntamenti culturali nell'ambito di tre cicli di conferenze:

  • Uomini di carta e inchiostro
    (curato da Luigi Malerba: dieci scrittrici italiane racconteranno la loro fascinazione per un grande personaggio maschile della letteratura)
  • I dieci giorni che hanno cambiato il mondo
    (curato da Franco Cardini, si tratta di dieci conferenze su altrettante date che in modi diversi hanno impresso una significativa svolta alla storia mondiale, intesa anche come storia della scienza, della politica o della religione)
  • Poeti letti da poeti (dieci importanti poeti italiani, tra cui la curatrice del ciclo Maria Luisa Spaziani, leggeranno ciascuno i versi di un grandissimo poeta italiano del passato).

 

Venerdì 30 marzo

Per il ciclo Uomini di carta e inchiostro la scrittrice e critica letteraria Nadia Fusini parlerà di Macbeth, di William Shakespeare. Letture a cura dell'attore Umberto Troni.

Nadia Fusini

Laureata in Letteratura Inglese all'università di Roma, dove, dal 1982, è Ordinario di Lingua e Letteratura Inglese.
La sua attività è assai vivace: fra le sue pubblicazioni ricordiamo La cura con M. Gramaglia di un'antologia intitolata La poesia femminista, Roma, La nuova sinistra, 1974.

Tra le sue opere citiamo: La passione dell'origine. Studi sul tragico shakespeariano e il romanzesco moderno, Bari, Dedalo, 1981; Nomi, Milano, Feltrinelli, 1986; Due. La passione del legame in Kafka, Milano, Feltrinelli, 1990, La luminosa. Genealogia di Fedra, Milano, Feltrinelli, 1990; Uomini e donne. Una fratellanza inquieta, Roma, Donzelli, 1995.

È stata tra i relatori di Spoletoscienza nel 1992 ed ha pubblicato il saggio Che cos'è una cosa che pensa? (a cura di Preta) e La passione del conoscere, Roma-Bari, Laterza, 1993). Ha scritto i romanzi: La bocca più di tutto mi piaceva, Roma, Donzelli, 1995, Due volte la stessa carezza, Milano, Bompiani, 1997, L'amor vile, Milano, Mondadori, 2000.
Ha tradotto e curato poeti inglesi e americani, da Keats a Stevens. A lei si devono le splendide traduzioni di Al faro, La signora Dalloway, Le onde di Virginia Woolf. (Premio Mondello per la traduzione 1995) e l'edizione delle opere della stessa Woolf in due volumi per i Meridiani di Mondadori. (1998)

Giovedì 26 aprile

Concluso con successo il ciclo di incontri Uomini di carta e inchiostro, le “Scuole di lettura in biblioteca 2001” proseguono con la sezione Dieci giorni che hanno cambiato il mondo, curata dallo storico Franco Cardini. Il ciclo prevede una conferenza del professor Giorgio Otranto sull’11 maggio 330: Fondazione di Costantinopoli. L’Impero romano abbraccia il Cristianesimo.
Letture a cura di Maria Pia Colonnello.

Giorgio Otranto

Nato nel 1940 a Corigliano Calabro (Cosenza), è professore ordinario di Storia del cristianesimo antico presso la Facoltà di Lettere dell'Università degli Studi di Bari.
Dal 1979 al 1993 è stato Direttore dell'Istituto di Studi classici e cristiani (già di Letteratura cristiana antica). Dal 1983 al 1989 è stato Presidente del Consiglio di Corso di Laurea in Pedagogia - Facoltà di Magistero - Università di Bari. Dal 1986 è Direttore della rivista Vetera Christianorum, organo scientifico dell'Istituto di Studi classici e cristiani e dirige collane editoriali di storia e archeologia (Scavi e ricerche, Prometeo).

Dal 1990 al 1997 è stato Presidente dell'IRRSAE Puglia (Istituto Regionale di Ricerca, Sperimentazione e Aggiornamento Educativi). Dal 1991 al 1997 è stato coordinatore nazionale dei Presidenti di IRRSAE, CEDE (Centro Europeo Dell'Educazione) e BDP (Biblioteca di Documentazione Pedagogica). Dal maggio 1995 è Direttore del "Centro di studi micaelici e garganici", istituito dall'Università di Bari e dal Comune di Monte Sant'Angelo come sede staccata del Dipartimento di studi classici e cristiani.
Dal novembre 1995 al 1998 è stato Componente del Consiglio di Amministrazione di TECNOPOLIS CSATA NOVUS ORTUS. Dal dicembre 1995 al 1998 è stato Coordinatore del Comitato per la Formazione di eccellenza del CIRP (Consorzio Interuniversitario Ricerca Puglia).

Nel triennio 1997-2000 è stato Pro-Rettore dell'Università degli Studi di Bari. Dal 1 novembre 2000 è stato nominato dal Rettore Delegato alla comunicazione; alla verifica degli Atti amministrativi e contabili; ai rapporti con l'Argentina. Nel 1991, in qualità di Visiting Professor, ha tenuto un ciclo di conferenze negli USA sull'interpretazione dell'arte cristiana antica e sul sacerdozio femminile dell'antichità invitato da alcune Università americane (Madison, Minneapolis, Chicago, Washington, Boston).
Dal 1997 tiene annualmente seminari in Argentina, nelle Università statali di Buenos Aires, Mar del Plata, Rosario e Comodoro Rivadavia.

La sua produzione scientifica, incentrata su autori greci e latini, comprende libri e articoli che spaziano sui diversi aspetti della storia del cristianesimo antico e altomedievale, costantemente letta con metodo interdisciplinare. Accanto a studi esegetici e patristici, ha svolto in questi ultimi anni ricerche sulle origini del cristianesimo nell'Italia meridionale, contribuendo a ridisegnare su basi scientificamente più sicure la storia cristiana del Mezzogiorno d'Italia in epoca tardoantica e altomedievale.
Accanto alla produzione scientifica, va registrato un suo costante impegno nel settore della formazione e della valorizzazione del territorio. Si è occupato dell'organizzazione del sistema formativo italiano con particolare riferimento ai problemi dell'autonomia scolastica e dell'intercultura, promuovendo la conoscenza e la collaborazione tra i diversi sistemi formativi dei Paesi del Mediterraneo.
Particolare attenzione ha dedicato al ruolo dell'Università nella società contemporanea e all'analisi dei processi formativi in rapporto al territorio, sempre letto in chiave storica ed in una prospettiva di sviluppo delle sue risorse attuali e potenziali.

MercoledÌ 2 maggio

Terminato con successo il ciclo di incontri "Dieci giorni che hanno cambiato il mondo", le "Scuole di lettura in biblioteca 2001" si concludono con la sezione, curata da Maria Luisa Spaziani, "Poeti letti da poeti".

Andrea Zanzotto legge e commenta alcune poesie di Ugo Foscolo.
Il trio d’archi “L’Offerta Musicale” (Luisa Messinis: violino; Alberto Belli: viola; Serena Mancuso: violoncello) eseguirà il Trio per archi in Sol Maggiore, Op. 9, n. 1 di Ludwig Van Beethoven.

Sarà possibile seguire l’incontro, in diretta e in tempo reale, anche dal proprio computer, collegandosi al sito Internet: http://www.scuoledilettura.it/

Andrea Zanzotto

Vive in provincia di Treviso, a Pieve di Soligo, dove è nato nel 1921. È uno dei massimi poeti italiani viventi. Dall'esordio di Dietro il paesaggio, la sua poesia si è andata via via spostando, attraverso Vocativo e IX Egloghe, verso lo sperimentalismo formale.
Successive sono le poesie di La beltà (1968), uno dei risultati più innovativi e prestigiosi raggiunti dalla poesia italiana del dopoguerra, e le raccolte Gli sguardi i fatti e senhal, Il Galateo in bosco (premio Strega nel 1978) fino a Idioma e Meteo.

Zanzotto è autore anche di saggi critici raccolti in Fantasie di avvicinamento e Aure e disincanti del Novecento letterario. È autore di numerose traduzioni dal francese, in particolare opere di Balzac e Bataille.

L’Offerta Musicale

Fondata nel 1989 è costituita da giovani professionisti veneziani ed è a pieno titolo l'orchestra da camera di Venezia. Ha partecipato con successo a numerosi festivals nazionali ed internazionali in italia e all'estero.
Ha realizzato per la Nuova Era un Cd con l'integrale dei Concerti per flauto Op.10 di A. Vivaldi assieme al flautista Marzio Conti, per la Lactus l'integrale dei concerti a quattro di B.Galuppi e per Dongiovanni un CD dedicato ai concerti per oboe e per due oboi dell'Op.7 e dell'Op.9 di T. Albinoni.

Per ulteriori informazioni:

Biblioteca Nazionale Marciana
Ufficio Stampa:
Annalisa Bruni
tel. 041.2407241, fax: 041.5238803
e-mail: bruni@marciana.venezia.sbn.it