Pier Maria Gaffarini, Venezia scalza e Il tempo di marmo

Presentazione di due libri
Venerdì, 09 Novembre 2012

Venerdì 9 novembre, alle ore 17.00,alla Libreria Sansoviniana, sede monumentale della Biblioteca Nazionale Marciana (Venezia, Piazzetta San Marco 13/a), si terrà il secondo appuntamento del breve ciclo d’incontri “Letture d’Autunno. Venezia e il Veneto tra arte e storia”.

Saranno presentati due libri di Pier Maria Gaffarini: Venezia scalza (Padova, Cleup, 2010) e Il tempo di marmo (Padova, Cleup, 2012), entrambi illustrati da Gianpaolo Perona. 

Saluto di Maurizio Messina (direttore della Biblioteca Nazionale Marciana). Interventi di: Saveria Chemotti (docente dell'Università di Padova e direttrice della collana Vicoli) e Carla Menaldo (giornalista e scrittrice). Saranno presenti l’autore e l’illustratore.

Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.

 

Pier Maria Gaffarini, Venezia scalza, Padova, Cleup, 2011.

"Potrebbero essere Memorie, ma delle memorie non hanno la fissità, il lucido distacco regalato dal tempo, e non hanno nemmeno l'odore di muffa e di vecchio che accompagna le cose andate. Quello di questo raccontare è un passato-presente, un tempo diverso che si colloca nel sangue e nel cuore e lì continua a scorrere, pulsante, vivo. E come un vaticinio dopo poche righe appare la striga, sopravvissuta ai processi dell'Inquisizione, seduta sulla porta di casa, vicino alla vera da pozzo che con l'unghia curva e tagliente predice futuri per gioco. Pier Maria Gaffarini torna in luoghi da cui non se n'è mai andato e dove vuole portare il lettore con la complicità della confidenza, del sussurro, del ri-trovato in un viaggio di calli, muri crepati, grida veneziane di corti e campi, dentro una giovinezza di soldati e macerie, di pesci galleggianti nell'acqua esplosa della laguna." (Carla Menaldo).  Il libro di Gaffarini è arricchito dalle illustrazioni di Gian Paolo Perona, vignettista e fotografo e da un breve glossario delle parole veneziane.

Pier Maria Gaffarini, Il tempo di marmo, Padova, Cleup, 2012.

Non ho mai pensato di costruire nella mia città, è immutabile, compiuta nel bene e nel male; ma lentamente, ed è così, scompaiono le sapienze delle mani dei tajapiera, dei muratori, dei terrazzieri. Impercettibilmente, scivolano via con l’acqua, come sarà inciso sulla lastra del tempo di marmo.

P.M.G.


Pier Maria Gaffarini, architetto, veneziano d'origine e di formazione, ha poi insegnato all'Università di Padova dove ha fondato il Laboratorio di Analisi territoriali e il Corso di perfezionamento in Ingegneria del territorio. Mantiene ancor oggi attività di collaborazione con il Dipartimento di Architettura, urbanistica e rilevamento dell'Università di Padova. Gaffarini  è, ancora, un giovane scrittore proprio per l'uso che fa della lingua, per la sua scrittura che ricorda certi autori della Francia contemporanea: fatta di immagini, asciutta, essenziale, come sono i linguaggi degli scrittori che oggi hanno trent'anni.

Gian Paolo Perona, nasce a Padova nel 1970. Nel 1992 si diploma in grafica e fotografia e si iscrive a Scienze Politiche. Premiato ed incoraggiato da Giorgio Forattini comincia a collaborare per alcuni quotidiani locali del Gruppo Espresso come editorial cartoonist. Nel 2002 si laurea. Nel 2004 collabora come vignettista al periodico satirico “Par Condicio”. Collabora dal 2004 con l'agenzia giornalistica Obiettivo in qualità di fotogiornalista. Le sue fotografie sono pubblicate dai maggiori quotidiani e settimanali italiani e quotidianamente racconta gli eventi della Provincia di Belluno sul “Corriere delle Alpi”.