Mauro Giancaspro, Leggere nuoce gravemente alla salute

Venerdì, 16 Novembre 2001

Venerdì 16 novembre 2001, alle ore 17,30 presso la Libreria Sansoviniana (Piazzetta S. Marco 13/a, Venezia) sarà presentato il volume di Mauro Giancaspro, Leggere nuoce gravemente alla salute, Napoli, L’Ancora del Mediterraneo, 2001.
Ne discuterà con l’autore il giornalista Sergio Frigo. Interverrà il professor Francesco Sicilia, Direttore Generale per i Beni Librari e gli Istituti Culturali.

In Italia si legge poco: la lettura è un’esperienza legata per lo più al passato, agli anni della scuola, agli esami o alle tensioni per un concorso; ricorda le spese che la famiglia affronta, le incursioni di agguerriti venditori e le rate per l’enciclopedia. Il libro, protagonista di memorabili pratiche sociali, come la messa all’indice, fa da spunto per film, telefilm e grandi romanzi: ma sarà poi vero che la troppa lettura fa impazzire, come accade a don Chisciotte? Al di là di tutto, la lettura rimane un “atto di libertà: leggere, fermarsi a pensare e fantasticare […] distrarsi, tornare indietro, saltare le pagine, sottolineare un passo, lodare o criticare […] scegliendoci in piena libertà le letture da fare”. Nel corso dell’ultimo cinquantennio tutti hanno cercato di renderci il libro antipatico. Eppure…

Mauro Giancaspro (Napoli, 1949). Dopo una breve esperienza d’insegnamento, inizia nel 1978 la sua carriera di bibliotecario all’Università di Napoli, poi dirige la Nazionale di Cosenza e, successivamente, la Nazionale di Napoli dove ha avviato numerose iniziative sulla diffusione della lettura.

Per informazioni: tel. 041.2407241
(Ufficio Stampa, ore 9-15), fax: 041.5238803
e-mail: bruni@marciana.venezia.sbn.it