Libri di lettere

Giovedì, 29 Ottobre 2009

Lodovica Braida, Libri di lettere

Continua la proposta della Biblioteca Marciana nell’ambito della manifestazione nazionale “Ottobre piovono libri 2009”.
Giovedì 29 ottobre, alle ore 17.00, Antisala della Libreria Sansoviniana (Venezia, Piazzetta San Marco 13/a) sarà presentato il volume: Lodovica Braida, Libri di lettere. Le raccolte epistolari del Cinquecento tra inquietudini religiose e “buon volgare”, Bari, Laterza, 2009.
Introduce Maria Letizia Sebastiani (direttore della Biblioteca Marciana).
Mario Infelise (Università Ca’ Foscari) ne parla con l’autrice.

Lodovica Braida, Libri di lettere. Le raccolte epistolari del Cinquecento tra inquietudini religiose e “buon volgare”, Bari, Laterza, 2009 (collana “Quadrante Laterza”).
Nel corso del Cinquecento il mercato del libro italiano, e veneziano in particolare, viene invaso da centinaia di edizioni di raccolte epistolari. Le formule editoriali sono numerose, ma la giustificazione che le accomuna è la stessa: divulgare modelli per scrivere lettere in un buon volgare
Dal 1538, anno d'uscita delle Lettere di Aretino, è tutto un susseguirsi di raccolte di lettere d'autore e di antologie di autori vari. Dietro ognuna di queste pubblicazioni, e soprattutto dietro le antologie, si celavano intriganti operazioni di selezione, autocensura, riscrittura, talvolta occultamento di dati cronologici e di luogo, nomi dei mittenti e dei destinatari. Dalle operazioni editoriali più prestigiose affiora l'attività di alcuni importanti correttori e letterati-editori del Cinquecento: Lodovico Dolce, Francesco Sansovino, Girolamo Ruscelli e poi il grande stampatore-umanista, Paolo Manuzio, che con le sue Lettere volgari creò un vero, plagiatissimo best seller da ventotto edizioni tra il 1542 e il 1567.
Accanto alle tematiche umanistiche, affrontate da autorevoli letterati, uomini politici e illustri vescovi e cardinali, queste raccolte offrivano ai lettori informazioni politiche e militari sui drammatici eventi delle guerre d'Italia e fornivano anche un quadro delle tensioni religiose dell'epoca.

Lodovica Braida

Insegna Storia della stampa e dell’editoria nella Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Milano. Si occupa di storia del libro e delle pratiche culturali nell’Italia d’Antico Regime.

Tra le sue pubblicazioni, oltre a numerosi saggi su riviste nazionali e internazionali: Le guide del tempo. Produzione, contenuti e forme degli almanacchi piemontesi nel Settecento (Torino 1989); Il commercio delle idee. Editoria e circolazione del libro nella Torino del Settecento (Firenze 20022); Stampa e cultura in Europa tra XV e XVI secolo, Bari, Laterza, 20097; Libri di lettere. Le raccolte epistolari del Cinquecento tra inquietudini religiose e “buon volgare”, Bari, Laterza, 2009.

Per ulteriori informazioni:

Biblioteca Nazionale Marciana
Piazzetta San Marco 7 - 30124 Venezia
Tel: 0.41.24.07.21.1 - Fax: 0.41.52.38.80.3

Ufficio Stampa:
Annalisa Bruni
tel. 041.24.07.23.8
e-mail:bruni@marciana.venezia.sbn.it