Saggistica

Le mura di Treviso : da fra' Giocondo ad oggi, un viaggio lungo 500 anni

Un volume da collezione che offre un degno tributo al monumento più vivo, imponente e rappresentativo dell'identità trevigiana, proponendo un viaggio nel tempo che dal 1517 (anno della costruzione di Posta SS. Quaranta) percorre i 5 secoli di storia della "fortezza" che rappresentò la salvezza della Serenissima, fino ad approdare ai giorni nostri, con le scoperte più recenti portate a conoscenza della cittadinanza e le indagini ancora da effettuare per valorizzarne ulteriormente la tutela e la salvaguardia.

Immagine di copertina: 

Collocazione: 

LEO C 16587

L'eccezione italiana : l'intellettuale laico nel Medioevo e l'origine del Rinascimento (800-1300)

Il libro indaga l’elemento distintivo e caratterizzante della vita culturale italiana: la nascita della prima classe intellettuale laica dell’intera Europa e il fondamentale ruolo che i laici esercitarono sulla cultura. Coprendo un arco di tempo di oltre quattro secoli e mezzo, dalla conquista carolingia al Duecento, lo studio offre la prima analisi esaustiva degli scritti in latino prodotti nel regno d’Italia. Esaminando i testi religiosi, letterari e giuridici, ma non solo, Ronald G.

Immagine di copertina: 

Rosso : storia di un colore

Nella civiltà occidentale, il rosso è il primo colore che viene usato sia in pittura che in tintoria. Probabilmente è per questo che è stato a lungo il colore per eccellenza, il più ricco dal punto di vista sociale, artistico e simbolico. Nell’Antichità è stato il simbolo della guerra, della ricchezza e del potere.

Immagine di copertina: 

Collocazione: 

LEO C. 16501

Venezia neutrale : la fatale illusione

Ha ancora senso occuparsi della repubblica di Venezia? Sì, perché se «l'uso pratico della storia consiste nel proiettare il film del passato sullo schermo del futuro» meglio, allora, rivolgersi a una pellicola piena di spunti di riflessione. La repubblica Serenissima ne offre in proporzione alla sua durata: parliamo dello Stato rimasto indipendente più a lungo di qualunque altro. In un momento in cui tanto si parla di decadenza dell'Occidente, poi, guardare agli ultimi cinquant'anni di Venezia appare di grande attualità.

Immagine di copertina: 

Collocazione: 

LEO B. 16948

Venezia e Trieste sulle rotte della ricchezza e della paura

Trieste e Venezia, vicine e affacciate sullo stesso mare, sono per tanti versi simili, ma diverse per le loro scelte politiche-economiche e per i loro assetti istituzionali. La loro storia parallela si snoda fra la ricchezza nei commerci marittimi e la paura della morte che, dal 1348, divenne la spettrale clandestina delle navi seminando pestilenze lungo le rotte mediterranee.

Immagine di copertina: 

Collocazione: 

LEO C 16482

The Byzantine Turks 1204-1461

In The Byzantine Turks, 1204–1461 Rustam Shukurov offers an account of the Turkic minority in Late Byzantium including the Nicaean, Palaiologan, and Grand Komnenian empires. The demography of the Byzantine Turks and the legal and cultural aspects of their entrance into Greek society are discussed in detail. Greek and Turkish bilingualism of Byzantine Turks and Tourkophonia among Greeks were distinctive features of Byzantine society of the time.

Immagine di copertina: 

Collocazione: 

LEO C. 16477

The Ottoman conquest of the Balkans : interpretations and research debates

The Ottoman conquest of the Balkans constitutes a major change in European history. Scholarship on the topic is extensive, yet the evidence produced by decades of research is very scattered and lacking comprehensive synthesis, not to mention consensual interpretation. Although major political and military milestones seem to have been investigated thoroughly, there is a notable absence of more theoretical and interpretative approaches that overarch the entire phenomenon rather than merely individual aspects.

Immagine di copertina: 

Collocazione: 

LEO C. 16478

L'alloro e la porpora : vita di Pietro Bembo

Pietro Bembo fu un attore e un testimone privilegiato del Rinascimento italiano. Scrittore celebrato dai contemporanei, antiquario, uomo di gusto squisito, amante della bellezza (anche femminile) ottenne la duplice consacrazione dell’alloro poetico e della porpora cardinalizia. Nato a Venezia, risiedette presso le maggiori corti italiane, dalla Firenze di Lorenzo il Magnifico a Ferrara, Urbino e Roma. Fu intimo dei Medici e dei Borgia, segretario di papa Leone X e, forse, amante di Lucrezia Borgia, con la quale scambiò lettere d’amore.

Immagine di copertina: 

Collocazione: 

LEO B. 16927

Fortezze e baluardi veneziani

Fin dai secoli del Medioevo la Repubblica di Venezia condusse un'intensa e capillare opera di fortificazione a difesa della sua supremazia politica ed economica. In queste pagine si tratteggia una storia disomogenea di architettura militare de tera e de mar, di protezione di città costiere e di terra ferma, di porti e di scali nel Golfo di Venezia e nei mari d'Oriente. La Serenissima ha fatto delle sue fortezze non solo possenti strumenti difensivi ma anche opere del bello perchè "avessero a servire non solo a sicurtà e a comodo ma insieme a un certo ornamento"

Immagine di copertina: 

Collocazione: 

CONS. VEN. 461 A. 2

Spezie, vino, pane della Serenissima

Venezia per lungo tempo è stata l'emporio europeo di tutte le spezie. Come scrive Giampiero Rorato ne "Spezie, vino e pane nella Serenissima", la spezia più acquistata dal veneziani fin dall'inizio fu il pepe. "Nei primi secoli dopo il Mille i mercanti della Serenissima lo acquistavano in grande quantità nel porto di Alessandria d'Egitto ed anche a Costantinopoli. Anche lo zucchero (un tempo considerato spezia) fu molto importante per la Serenissima".

Immagine di copertina: 

Collocazione: 

LEO C. 16450

Pagine

Abbonamento a RSS - Saggistica